Marx può aspettare

IL FILM DELLA SETTIMANA

di Marco Bellocchio
con Alberto Bellocchio, Letizia Bellocchio, Marco Bellocchio, Maria Luisa Bellocchio

PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE – GIORNI E ORARI:

LUNEDÌ 23 e MARTEDÌ 24 AGOSTO

  • Proiezione ore 21:00

Biglietti: prezzo unico 3 euro

TRAMA:

Marx può aspettare, film diretto da Marco Bellocchio, è un documentario sulla famiglia del regista, che si sofferma in particolare su Camillo, il gemello di Marco, morto il 27 dicembre 1968. Viene affrontato il grigio tema del lutto, il dolore da sopportare tra fratelli con la volontà di nascondere una tragedia simile alla madre. Camillo muore in un anno iconico, il ’68, quello della rivoluzione, della ribellione giovanile, che non lo hanno mai interessato. Camillo non si sentiva parte dei giovani rivoluzionari, tanto che nell’ultimo incontro con Marco afferma che “Marx può aspettare”; eppure, ricostruendo tassello dopo tassello la storia della famiglia Bellocchio e la morte del fratello, il regista inevitabilmente deve citarlo questo anno rivoluzionario, accompagnato delle tesi marxiste. Un filo rosso lega inevitabilmente Camillo a Marx, nonostante il disinteresse del primo verso il secondo. Questa è la storia di una famiglia, che ha affrontato come tante altre, un orribile evento e che viene raccontata senza censure, pudori o vergogna.

SCHEDA FILM

  • DATA USCITA: 15 luglio 2021
  • GENERE: Documentario
  • ANNO: 2021
  • REGIA: Marco Bellocchio
  • ATTORI: Alberto Bellocchio, Letizia Bellocchio, Marco Bellocchio, Maria Luisa Bellocchio, Pia Bareggi, Elena Bellocchio, Pier Giorgio Bellocchio, Francesco Bellocchio, Gianni Schicchi, Giovanna Capra, Virgilio Fantuzzi, Luigi Cancrini
  • SCENEGGIATURA: Marco Bellocchio
  • FOTOGRAFIA: Michele Cherchi Palmieri, Paolo Ferrari
  • MONTAGGIO: Francesca Calvelli
  • MUSICHE: Ezio Bosso
  • PRODUZIONE: Kavac Film, Ibc Movie, Tender Stories con Rai Cinema, in collaborazione con Fondazione Cineteca Bologna
  • DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
  • PAESE: Italia
  • DURATA: 100 minuti
Post by Info Scoiattolo

Comments are closed.